La tipica case grigionese è una massiccia costruzione in pietra con ampio tetto a capanna, piccole finestre ed un grande portone d’ingresso; solitamente accoglie due famiglie sotto lo stesso tetto. Le cornici delle finestre, gli archi delle porte e gli spigoli dell’edificio sono decorati con i cosiddetti “graffiti”, composti da forme ornamentali, quali motivi floreali, geometrici o araldici. Le finestre di piccole dimensioni e distribuite in modo irregolare, si allargano ad imbuto verso l’esterno, in modo da far entrare più luce possibile ed evitare la dispersione di calore. La stanza più caratteristica è sicuramente il Suler, una specie di corte coperta che mette in comunicazione il fienile e l’abitazione, utilizzata come luogo di lavoro e punto di ritrovo.