Si tratta di un luogo di pellegrinaggio molto frequentato, ma anche di un santuario nazionale ticinese. Si narra che precisamente in questo luogo nel 1480 la Santa Vergine apparve ad un frate francescano. Nel 1481 fu costruita una prima cappella, gradualmente ingrandita ed espansa fino ad essere trasformata, in 1663, in un monastero. Fino al 1848 ospitò frati Francescani, da allora in poi frati cappuccini.